Le terapie

Le terapie

L’igiene orale è di fondamentale importanza, questa ci permette di evitare le malattie dentali più frequenti, ma fa anche in modo che le cure effettuate dall’odontoiatra durino nel tempo.
Quindi è chiaro che la figura dell’igienista dentale è  significativa per il mantenimento dell’igiene dentale e paradontale, ma lo è altrettanto nell’insegnamento al paziente di tutte le tecniche per far sì di evitare in futuro fallimenti delle terapie paradontali e odontoiatriche effettuate in precedenza.

Nella società  attuale l’estetica ha acquisito un ruolo così  importante che anche in campo odontoiatrico la richiesta dai pazienti di prestazioni estetiche è  sempre più  diffusa.
Lo sbiancamento dei denti: ricercatori americani negli ultimi anni hanno constatato che la tecnica per mezzo del Perossido di Carbammide è  risultata innocua per lo smalto dei denti.
Questa sostanza si presenta sottoforma di gel ed è  in grado di liberare ossigeno. Questo penetra all’interno del dente sbiancandolo.
La sua applicazione viene fatta attraverso mascherine di plastica trasparente modellate sui denti del paziente, il quale dovrà  per 5 o 6 giorni (3ore algiorno)  posizionarle sui denti. Il risultato è  ottimo, ma in alcuni casi è  necessario ripetere il trattamento se ci si trova in presenza di macchie o colorazioni particolari.

È quella branca che si occupa dello studio,  dello sviluppo e della crescita dell’apparato dento-maxillo-facciale dalla nascita alla maturità, ed ha lo scopo di ottenere una corretta occlusione ed un buon aspetto estetico con un attenzione particolare all’allineamento dei denti.
Per curare i diversi tipi di maleocclusioni esistono sia dispositivi mobili dove si richiede la completa collaborazione del paziente, che dispositivi fissi, applicati su ogni singolo dente chiamati bracketts (in metallo o in porcellana). La durata di ogni singola terapia può  variare dai 12 ai 24 mesi.

E’  basata sul concetto dell’invasione ridotta al minimo del dente da curare, infatti viene rimosso il solo tessuto carioso e sostituito con materiale composito della stessa colorazione del dente naturale. Negli ultimi anni i materiali compositi hanno sostituito definitivamente le amalgame in quanto cosiderate cancerogene a causa della presenza all’interno di mercurio. I tipi di carie si classificano in 5 classi secondo Black:

  • prima classe: cavità che interessa i solchi e le fossette della superficie occlusale dei premolari e molari e i forami cechi vestibolari o linguali dei molari e le fossette dei canini e incisivi.
  • seconda classe:  cavità della superficie interprossimale di premolari e molari.
  • terza classe: cavità dellla superficie interprossimale di incisivi e canini che non interessa l’angolo incisale.
  • quarta classe:  cavità  della superficie interprossimale di incisivi e canini che interessa l’angolo incisale.
  • quinta classe:  cavità  del terzo gengivale che interessa le superfici vestibolari e linguali di tutti i denti.

La devitalizzazione e’ un trattamento necessario ogni qualvolta si deve eliminare o prevenire un infezione della polpa dentaria(tessuto presente all’ interno di ogni dente).Questa fa si che il dentista possa cosi’ salvare il dente evitando per ultimo l’ estrazione.Questa procedura ha subito negli ultimi anni numerose innovazioni rendendola oggi piu’ sicura e affidabile.Il nostro studio si avvale di tecniche recenti,e di macchinari e materiali di ultima generazione.

L’implantologia e’ la la parte dell’odontoiatria che si occupa della sostituzione dei denti mancanti mediante l’utilizzo degli impianti, per sostituire un singolo dente o come pilastri per ponti fissi o, ancora per l’ancoraggio di protesi mobili. Gli Impianti dentali piu’ usati, sono delle viti in titanio che vengono inserite nell’osso della mandibola o della mascella al posto dei denti mancanti.Il tessuto osseo si lega intimamente  all’Impianto mediante un processo detto di osteointregazione, che portera’ l’Impianto a diventare un sostegno per una protesi futura.
Diagnosi
I requisiti per chi pensa alla sostituzione implantologica per  sostituire uno o piu’ denti mancanti sono
una sufficiente quantita’ di tessuto osseo, essere in buona salute ed avere gengive sane. Il dentista potra’ valutare se gli Impianti sono adatti al vostro caso con una visita, delle radiografie, dei modelli di studio ed un dental-scan.
Trattamento
Gli Impianti si inseriscono tramite un piccolo intervento chirurgico eseguito nello studio dentistico in anestesia locale.
La tecnica piu’ comunemente utilizzata, prevede un’incisione gengivale,attraverso la quale viene eseguito un foro nel’osso per posizionare l’Impianto prescelto.Dopo un  periodo che puo’ variare dai 3 ai 6 mesi  si effettueranno delle indagini radiografiche tali da verificare la buona integrazione del lavoro, dopodiche si procedera’ alla presa dell’impronta e a tutte le varie operazione connese.

La protesi fissa ci permette di ricostruire i denti naturali rovinati o mancanti attraverso protesi chiamate “corone” o “ponti”.
Si differenzia dalla protesi mobile, perchè viene cementata ai propri denti naturali. I materiali maggiormente usati sono: oro-ceramica, legavile-ceramica, composito, zirconia e disilicato (questi ultimi due si avvicinano completamente alla colorazione del dente naturale.
La protesi mobile invece è  indicata per la sostituzione di uno o più  denti mancanti, a differenza di quella fissa è  possibile estrarla dal cavo orale. Nel caso in cui ci sia la presenza di alcuni denti, la si può mantenere più  stabile attraverso attacchi o ganci.

La protesi fissa metal-free, come si evince dalla sua composizione e’ una protesi fissa costruita in assoluta assenza di metallo,e’ una scelta consigliata per tutti quei pazienti.che hanno allergia ai metalli in genere, infatti la sua composizione principale e solo ed esclusivamente in ceramica.e’ consigliata soprattutto nei settori anteriori, dove e’ richiesta una estetica importante e durevole nel tempo.

La Zirconia e’ una valida alternativa alla metallo ceramica tradizionale, e’ un materiale molto duttile e versatile.E’ soprattutto indicato nei settori posteriori e nella ricostruzione di elementi singoli, in quanto la sua durezza unita ad una ottima estetica ne fanno un materiale di assoluta sicurezza.

L’intarsio,e’ uno speciale restauro che permette la salvaguardia della struttura dentale sana rimasta, e di ricostruire con ottimi risultati estetici e funzionali anche parti del dente molto estese.Costituiscono  una valida alternativa alle otturazioni. Posso esere eseguiti sia in ceramica che in resina.

Le Faccette sono dei sottili gusci di ceramica o di resina , dello stesso colore dei denti naturali,vengono cementate sui denti anteriori.Hanno un aspetto molto simile ai denti naturali e mantengono nel tempo colore e lucentezza iniziali

E’ possibile raggiungere il Centro con i seguenti mezzi pubblici:

ATAC 87 – 628 – 665 metro’ a fermata Furio Camillo

Per chi viene in macchina c’è un garage adiacente convenzionato